Lex Iuris presenta il

Corso di preparazione al concorso in magistratura

I° Anno accademico – Settembre 2018 / Settembre 2019

Il corso di preparazione al concorso di magistratura organizzato da Lex Iuris è caratterizzato:

  • Da una regolare e simultanea presenza di parti teoriche e pratiche. Il percorso di studi – di durata biennale – si sviluppa sulla regolare e alternata presenza di lezioni teoriche, esercitazioni in aula ed incontri individuali di tutoraggio, entrambi strutturati in modo da coprire per intero i programmi delle materie oggetto delle prove scritte, con particolare attenzione all’evoluzione giurisprudenziale e al dibattito dottrinale degli istituti trattati.
  • Un alto livello di personalizzazione: ogni corsista sarà seguito individualmente da tutors specializzati, al fine di sviluppare l’apprendimento e la memorizzazione degli interi programmi di studio. Gli incontri individuali potranno anche svolgersi a distanza tramite l’esclusiva piattaforma e-learning di Lex Iuris.
  • Dal metodo Lex Iuris, il primo ed unico metodo ideato per affrontare e risolvere in sede di concorso qualunque tipo di tematica giuridica, grazie ad una serie di accorgimenti pratici ed innovativi elementi di apprendimento.

Il corso di preparazione al concorso in magistratura è attivo presso le sedi di Bologna, Milano, Padova, Roma, ed è, inoltre, fruibile nella modalità Online mantenendo gli stessi contenuti e la stessa struttura del corso dal vivo.

CORSO MAGISTRATURA 2018/2019

Prezzo in un’unica soluzione entro il 10 settembre:

Euro 3.890,00 (i.e.)

ISCRIVITI

STRUTTURA DEL CORSO

PERCORSO INDIVIDUALE STRUTTURATO SU PIU’ LIVELLI

Calendario

Per coprire gli interi programmi delle materie oggetto d’esame e al contempo acquisire la giusta tecnica redazionale per fronteggiare al meglio le prove del concorso, è necessario un periodo di almeno due anni di studio.

Il corso di preparazione al concorso in magistratura Lex Iuris, di durata biennale, prepara i futuri magistrati non solo a padroneggiare gli istituti delle materie oggetto delle prove scritte – al fine di evidenziare i possibili collegamenti e ricostruire l’evoluzione giurisprudenziale degli stessi in sede redazionale – ma anche sulle tecniche d’analisi dei sistemi normativi, consentendo di acquisire capacità di ragionamento e di soluzione delle problematiche giuridiche.

Il programma di studi è strutturato sulle tre materie oggetto delle prove scritte: diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo. Nel primo anno le tre materie saranno preparate per step, separatamente e consecutivamente: si esaurirà il programma della prima materia per poi passare al programma della seconda.

Nel secondo anno di corso lo studio e il completamento dei programmi delle tre materie avverrà contemporaneamente.

Il percorso di studi di ogni discente è calendarizzato e strutturato in modo funzionale al concorso e tale da permettere di sedimentare e memorizzare gli argomenti trattati durante le lezioni. Ogni materia sarà scomposta in macro-argomenti che saranno affrontati attraverso più livelli di apprendimento.

STUDIO TEORICO

È fondamentale che la preparazione dei discenti non sia focalizzata unicamente sulle questioni più attuali e discusse in dottrina e giurisprudenza: in sede di concorso, la traccia selezionata dalla commissione ministeriale, potrebbe richiedere di trattare gli stessi argomenti in una diversa prospettiva. In questo senso, la Scuola ha sempre puntato sulla strutturazione di percorsi realmente formativi, capaci di sviluppare il ragionamento giuridico dei discenti e di consegnare loro un metodo per la risoluzione di qualunque problematica giuridica.

Lo studio teorico, delle materie oggetto delle tre prove scritte, avrà carattere progressivo: partendo da una base di carattere istituzionale degli istituti, lo studio si svilupperà sull’evoluzione giurisprudenziale e sul dibatto dottrinale degli argomenti selezionati.

Lo studio sarà coadiuvato attraverso materiali selezionati forniti dalla Scuola e attraverso lezioni teoriche, fruibili tramite l’esclusiva piattaforma di e-learning di Lex Iuris e accessibili ad ogni iscritto da ogni luogo e in ogni momento.

ESERCITAZIONI IN AULA

Il piano di studi, sia del primo che del secondo anno di corso, è strutturato sulla presenza di continue esercitazioni in aula, necessarie per sviluppare l’esercizio della scrittura e della tecnica redazionale.

L’esercitazione nella scrittura è un passo fondamentale al fine di acquisire uno stile fluente e privo di ridondanze.

Il Comitato Scientifico della Scuola non crede nell’efficacia delle esercitazioni eseguite individualmente a casa: queste ultime essendo, di regola, ultimate in tempi troppo estesi e spesso con l’ausilio di materiale non consentito in sede d’esame, non presentano la stessa efficacia formativa di quelle compiute in aula. La prova in aula, inoltre, consente fin da subito di immergersi nella dimensione caratteristica del concorso, di modo che il candidato arrivi il giorno della prova con una maggiore consapevolezza e fiducia in sè stesso.

I temi svolti in aula sono corretti non solo dal docente di riferimento, ma anche dal tutors personale: il giudizio finale terrà conto, dei punti da approfondire e dei passaggi da migliorare, con un’attenzione sia agli aspetti formali che a quelli contenutistici.

Gli argomenti selezionati per la composizione delle tracce sono il frutto di un meticoloso e ponderato giudizio del Comitato Scientifico di Lex Iuris che, finora, ha sempre individuato e proposto all’interno del corso le tracce che poi i candidati hanno affrontato in sede di concorso.

Le esercitazioni riguarderanno diversi tipi di tracce:

1) vertenti sulla trattazione e ricostruzione di istituti fondamentali;

2) che presuppongono capacità di collegamento e di ricostruzione degli istituti;

3) tracce che richiedono la conoscenza dell’evoluzione giurisprudenziale degli istituti (si pensi alla disciplina del danno non patrimoniale).

INCONTRI INDIVIDUALI DI TUTORAGGIO

Ogni corsista, fin dall’inizio del corso, è seguito da più tutors, specializzati nelle materia oggetto d’esame. All’inizio del corso sarà elaborato un calendario personalizzato di preparazione, sostenibile per mole di studio da affrontare giornalmente, e funzionale alla sedimentazione e memorizzazione degli argomenti trattati di volta in volta.

Ad ogni area tematica affrontata corrisponderà un incontro di verifica con il tutor di riferimento.

I tutors che collaborano con la Scuola sono dottori di ricerca, avvocati o neo-magistrati con esperienza didattica e professionale.

Ogni tutor è altamente specializzato in una determinata branca del diritto, per aver compiuto un dottorato di ricerca o a seguito dell’esperienza professionale maturata nel corso degli anni.

Gli incontri di verifica con i tutors avranno cadenza settimanale: si discuterà delle correzioni relative ai temi svolti, dei miglioramenti e delle lacune da colmare, oltre ad eventuali dubbi o chiarimenti circa specifiche questioni giuridiche affrontate.

STUDIO TEORICO

Lo studio teorico, durante il primo anno accademico del corso di preparazione al concorso in magistratura, avrà carattere progressivo: partendo da una base di carattere istituzionale degli istituti, lo studio si svilupperà sull’evoluzione giurisprudenziale e sul dibatto dottrinale degli argomenti trattati.

In questo percorso di crescita e maturazione del proprio bagaglio di conoscenze giuridiche il fine principe sarà quello di accompagnare i discenti nell’acquisizione di una metodologia giuridica. Per dirla con le parole del Carnelutti « metodo … significa via per andare innanzi; si direbbe : per raggiungere la meta».

Il percorso di studi di ogni discente è calendarizzato e strutturato in modo funzionale al concorso e tale da permettere al partecipante, non solo di riprendere in breve tempo le basi istituzionali delle tre materie, ma anche di sedimentare e memorizzare gli argomenti trattati durante le lezioni.

I futuri magistrati saranno coadiuvati nello studio attraverso video-lezioni teoriche – fruibili tramite l’esclusiva piattaforma di e-learning di Lex Iuris ed accessibili ad ogni iscritto da ogni luogo e in ogni momento – ed incontri individuali con i docenti e tutor della Scuola.

Per raggiungere l’agognato obiettivo e per facilitare l’apprendimento, la Scuola fornisce ai propri iscritti materiali selezionati: tutto il materiale necessario per approfondire i più rilevanti casi giurisprudenziali e i temi più discussi in dottrina, che potrebbero essere oggetto delle prove d’esame.

Gli iscritti al corso riceveranno delle esclusive dispense sulle questioni più attuali in ambito dottrinale e giurisprudenziale. Le lezioni e il materiale didattico saranno disponibili e accessibili ad ogni iscritto attraverso l’esclusiva piattaforma e-learning di Lex Iuris, raggiungibile via web senza necessità di alcun software o applicativo.

ESERCITAZIONI IN AULA

Congiuntamente all’approfondimento teorico-giurisprudenziale, il percorso di studi è strutturato sulla presenza di continue esercitazioni in aula.

Si terranno, nel corso del biennio, numerose esercitazioni pratiche che avranno ad oggetto la redazione di temi, per sviluppare l’esercizio della scrittura ed esercitarsi sulle questioni maggiormente attuali degli istituti trattati durante le lezioni di approfondimento teorico.

Per ciascuna prova il corsista avrà a disposizione 6 ore, a decorrere dalla dettatura della traccia del giorno. Al termine seguirà una spiegazione finale approfondita del docente di riferimento, al fine di comprendere:

  • Come andava svolto l’elaborato;
  • Le principali questioni problematiche inerenti la traccia affrontata;
  • Gli istituti di carattere sostanziale e processuale coinvolti;
  • Le possibili varianti della traccia del giorno.

Ogni compito sarà corretto individualmente e consegnato al corsista entro pochi giorni (il compito sarà caricato direttamente sul profilo personale nella piattaforma di e-learning) insieme ad una scheda di valutazione.

INCONTRI INDIVIDUALI DI TUTORAGGIO

L’obiettivo e il vantaggio del corso è quello di fornire un giusto metodo di preparazione che tenga conto di tutte le componenti in cui si struttura l’apprendimento, la memorizzazione e l’esposizione in forma scritta degli argomenti trattati.

Ogni corsista, fin dall’inizio del corso, è seguito da più tutors, ognuno dei quali è specializzato in una delle materie oggetto delle prove concorsuali.

All’inizio del corso sarà elaborato un calendario personalizzato di preparazione, sostenibile per mole di studio da affrontare giornalmente, e funzionale alla sedimentazione e memorizzazione degli argomenti trattati di volta in volta.

Ad ogni area tematica affrontata durante il corso corrisponderà un incontro di verifica con il tutor di riferimento.

Gli incontri di verifica con i tutors avranno cadenza settimanale: si discuterà delle correzioni relative ai temi svolti, dei miglioramenti e delle lacune da colmare, oltre ad eventuali dubbi o chiarimenti circa specifiche questioni giuridiche affrontate.

Ogni tutor è altamente specializzato in una determinata branca del diritto a seguito dell’esperienza professionale maturata, infatti, i tutors che collaborano con la Scuola sono ricercatori, notai, dottori di ricerca, avvocati e neo-magistrati con esperienza didattica e professionale.

I nostri tutor sono stati selezionati anche dal punto di vista umano. Il successo del percorso di preparazione e il superamento dell’esame richiedono infatti non solo grandi competenze tecniche ma anche empatia e cura della persona. L’attenzione che poniamo a questi dettagli è un ulteriore aspetto che rende la nostra Scuola davvero unica.

DOCENTI DEL CORSO

I docenti che collaborano con la Scuola sono magistrati, professori universitari, ricercatori, notai e avvocati, tutti con esperienza professionale e didattica pluriennale. Molti dei nostri docenti, negli anni passati, hanno partecipato come commissari esaminatori in concorsi pubblici e all’esame d’avvocato, e hanno quindi piena consapevolezza della preparazione che serve per superare le prove concorsuali.

Il corpo didattico è stato strutturato in ossequio alle caratteristiche dei nostri corsi, ovvero privilegiando al tempo stesso sia gli aspetti pratici che gli aspetti teorici sottesi ad ogni disciplina giuridica che verrà trattata durante gli incontri.

Di seguito alcuni estratti alle interviste, ai corsisti e ai docenti della scuola:

METODO LEX IURIS

Il metodo Lex Iuris nasce dalle diverse esperienze dei docenti e dei soci fondatori, che, sulla base del reciproco confronto, hanno elaborato una metodologia unica, capace di cogliere i pregi e di colmare i difetti dei metodi tradizionali. Il nostro approccio, ideato per venire incontro alle esigenze di apprendimento di qualsiasi corsista, è incentrato su una serie di accorgimenti e su specifiche peculiarità che hanno reso unica la nostra Scuola, quali:

PROVE PRATICHE IN AULA– Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

Il Comitato Scientifico della Scuola non crede nell’efficacia delle esercitazioni eseguite individualmente a casa: queste ultime essendo, di regola, ultimate in tempi troppo estesi e spesso con l’ausilio di materiale non consentito in sede concorsuale, non presentano la stessa efficacia formativa di quelle compiute in aula. La prova in aula, inoltre, consente fin da subito di immergersi nella dimensione caratteristica del concorso, di modo che il candidato arrivi il giorno della prova con una maggiore consapevolezza e fiducia in sè stesso.

LEZIONI DETTAGLIATE DOPO LE PROVA PRATICA— Corso di preparazione al concorso in magistratura

Al termine di ogni prova pratica il docente non solo fornirà una spiegazione approfondita, sul piano teorico e metodologico – circa il corretto svolgimento dell’elaborato del giorno – ma evidenzierà le possibili varianti della traccia che potrebbero profilarsi in sede concorsuale.

LE NOSTRE TRACCE— Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

Gli argomenti selezionati per la composizione delle tracce sono il frutto di un meticoloso e ponderato giudizio del Comitato Scientifico di Lex Iuris che, finora, ha sempre individuato e proposto all’interno del corso le tracce che poi i candidati hanno affrontato in sede concorsuale.

CORREZIONI APPROFONDITE E PUNTUALI— Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

La precisione nelle correzioni, l’indicazione dettagliata di come procedere nella redazione dell’elaborato e la comprensione degli errori compiuti sono profili particolarmente sensibili per la crescita dei discenti, tali da fare la differenza ai fini del raggiungimento dell’obiettivo. La nostra Scuola, finanche sotto questo profilo, ha raggiunto l’eccellenza, facendo tesoro dell’esperienza diretta del proprio corpo docenti.

Gli elaborati svolti in aula saranno corretti individualmente e consegnati al corsista entro pochi giorni – il compito sarà caricato direttamente sul profilo personale nella piattaforma di e-learning – insieme ad una scheda di valutazione, predisposta dal Comitato Scientifico di Lex Iuris; in seguito, gli elaborati corretti saranno affidati al tutor personale, il quale potrà valutare con maggiore facilità l’evoluzione del corsista ed individuare le difficoltà riscontrate attraverso colloqui individuali.

Tramite l’esclusiva piattaforma e-learning di Lex Iuris, inoltre, ogni corsista potrà visualizzare i propri elaborati corretti nel suo profilo personale, per tutta la durata del percorso.

PREPARAZIONE TEORICA – Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

È fondamentale una preparazione non focalizzata unicamente alla risoluzione del singolo tema poiché, gli stessi argomenti affrontati durante il corso potrebbero essere affrontati da una diversa prospettiva: in questo senso, la Scuola ha sempre puntato sulla strutturazione di percorsi realmente formativi, capaci di sviluppare il ragionamento giuridico dei discenti e di consegnare loro un metodo per la risoluzione di qualunque problematica giuridica.

TUTOR PERSONALE– Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

Attraverso un esclusivo programma, la Scuola monitorerà l’andamento e la situazione particolare di ogni frequentante. A tal fine, ogni corsista sarà seguito da un tutor personale, il quale potrà valutare, di volta in volta, attraverso incontri settimanali, cadenzati durante il calendario del corso, le difficoltà incontrate nella redazione dei temi, nell’assimilazione del metodo redazionale ed eventuali errori ripetuti e/o lacune specifiche da affrontare con una preparazione mirata.

TECNICHE DI ARGOMENTAZIONE-PERSUASIONE – Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

Ogni candidato non può esimersi dall’adoperare uno o più argomenti in grado di persuadere l’interlocutore, e la probabilità di convincerlo discende proprio dal tipo di argomenti che l’esaminando sarà in grado di fornire e dalla compattezza del suo ragionamento. La capacità di argomentare e persuadere non è innata, ma frutto di un percorso di apprendimento e di costante affinamento. All’interno del corso saranno curati con particolare attenzione questi profili, con incontri e materiali di approfondimento.

MANUALE LEX IURIS— Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

Agli iscritti sarà consegnato un esclusivo manuale, redatto dal Comitato Scientifico della Scuola, che illustra nel dettaglio il metodo Lex Iuris. Il manuale ha la funzione di accompagnare gradualmente il corsista nella redazione del tema.

MATERIALI DIDATTICI SELEZIONATI— Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

La Scuola fornisce ai propri iscritti tutto il materiale necessario per approfondire i più rilevanti casi giurisprudenziali e i temi più discussi in dottrina, che potrebbero essere oggetto delle tre prove. A tal riguardo, gli iscritti riceveranno delle esclusive dispense sugli argomenti trattati duranti gli incontri, sulle questioni più attuali in ambito dottrinale e giurisprudenziale.
All’interno della piattaforma e-learning, inoltre, in uno spazio riservato ai soli iscritti, saranno costantemente inserite non solo le tracce svolte in aula, ma anche le sentenze e contributi dottrinali inerenti le tematiche proposte.

NUMERO CHIUSO — Corso di preparazione al concorso in magistratura 2018

I soci fondatori e i docenti dell’Accademia ritengono che la qualità della preparazione e la cura della persona debbano sempre essere preminenti sui numeri e sulla logica del profitto. Pertanto, al fine di fornire un effettivo percorso personalizzato e mantenere un’alta qualità di correzione e valutazione, l’accesso al corso è consentito ad un numero chiuso di partecipanti.
Le iscrizioni sono accettate fino a quando il numero degli iscritti, rapportato alla struttura in cui si tiene il corso ed al numero dei docenti impiegati nella specifica sede, garantisca la possibilità di svolgere un servizio efficace, personalizzato e di alta qualità.


Il criterio di preferenza sarà quello della priorità di iscrizione. 


MODULO DEL CONTROLLO DELL’EMOTIVITA’

Molte persone, di solito le più preparate, in sede d’esame devono fare i conti con le proprie emozioni.

I maggiori studiosi della materia hanno rilevato come la principale conseguenza dell’emotività sia una suggestione negativa, il dubbio di sé e delle proprie capacità. Nell’ambito del concorso in magistrtura, questo particolare aspetto, se non curato, può arrecare danni irreversibili: la mancanza di tranquillità riesce a vanificare tutti gli sforzi compiuti, in un attimo, la preparazione svanisce, pur avendo il candidato dedicato diversi mesi all’esercizio e allo studio.

In modo assolutamente innovativo, la nostra Scuola si prende cura di questi particolari aspetti, al fine di fornire agli iscritti consigli pratici per affrontare serenamente le tre giornate del concorso.

Nell’ambito del Corso, uno specialista del settore, che ha preparato sportivi e managers nel gestire momenti di stress e/o di forte tensione, terrà degli incontri mirati, per fornire un metodo concreto per gestire al meglio la propria emotività.

“Siamo forti quanto il nostro punto debole” Cit. Glassman

NUMERO CHIUSO

Lex Iuris ritene che la qualità della preparazione e la cura della persona debbano sempre essere preminenti sui numeri e sulla logica del profitto. Pertanto, al fine di fornire un effettivo percorso personalizzato e mantenere un’alta qualità di correzione e valutazione, l’accesso al corso è consentito fino ad un massimo di 25 partecipanti.

Il criterio di preferenza sarà quello della priorità di iscrizione.

CORSO MAGISTRATURA 2018/2019

Prezzo in un’unica soluzione entro il 10 settembre:

Euro 3.890,00 (i.e.)

ISCRIVITI

Pagamento in 4 rate

Tramite bonifico bancario

al prezzo di Euro 4.090 (i.e.)

Anticipo di Euro 800 (i.e.)
4 rate da Euro 822,50 (i.e.)

Pagamento in 10 rate

Tramite addebito su carta di credito

al prezzo di Euro 4.590 (i.e.)

Anticipo di Euro 1.000 (i.e.)
Euro 359 al mese (i.e.)
– Sconti per iscrizioni di gruppo (min. 3 persone) –