LA NUOVA SCUOLA FORENSE

– CORSO PER L’ACCESSO ALLA PROFESSIONE D’AVVOCATO –

La nuova Scuola Forense – organizzata dal Centro Studi giuridici Lex Iuris, in ossequio al dettato della nuova legge professionale – mira a completare la maturità professionale dei tirocinanti, a far acquisire agli stessi la consapevolezza dei principi deontologici, oltre che a fornire tutti i partecipanti della Scuola gli strumenti teorici e pratici per la professione.

  • La parte pratica (metodo casistico e prove pratiche), si fonda su una costante esercitazione in aula, per raggiungere la dimestichezza necessaria nel redigere pareri e atti giudiziari.
  • La parte teorica del corso (moduli di civile, penale e atti giudiziari) è strutturata al fine di far acquisire il necessario bagaglio di nozioni fondamentali, sia dal punto di vista istituzionale che dal punto di vista giurisprudenziale.

Il periodo di formazione è ripartito, in maniera omogenea nei 18 mesi di formazione, in moduli semestrali. E’ possibile iscriversi alla Scuola Forense Lex Iuris entro il primo semestre che si svolge nel periodo Maggio/Ottobre; il secondo semestre, invece, si svolge nel periodo Novembre/Aprile.

La Scuola Forense è attiva presso le sedi di Bologna, Catania, Cosenza, Firenze, Genova, Lecce, Milano, Napoli, Padova, Roma, Torino, Trento, Verona, Venezia e Udine.

SCUOLA FORENSE

ISCRIZIONI APERTE DAL 30/10

36 Prove pratiche in aula (216 ore totali);
Lezioni teoriche di diritto civile (20 ore totali di lezione);
Lezioni teoriche di diritto penale (20 ore totali di lezione);
Lezioni teoriche di atti giudiziari (20 ore totali di lezione);
Ulteriori prove da svolgere a casa (55 tracce totali);
Tutor personale;
Manuale Lex Iuris;
Materiali didattici selezionati;
Accesso alla Piattaforma di e-learning;
Modulo controllo emotività.

I Docenti

Il Centro di Studi giuridici si avvale della collaborazione dei migliori professori universitari, ricercatori, notai e avvocati, selezionati sulla base delle competenze professionali e della preparazione ed esperienza come formatori.

Tutti i docenti Lex Iuris hanno un duplice profilo, professionale e didattico, con esperienza pluriennale.

Il corpo didattico è stato strutturato in ossequio alle caratteristiche del corso, ovvero privilegiando al tempo stesso sia gli aspetti pratici che gli aspetti teorici sottesi ad ogni disciplina giuridica che verrà trattata durante gli incontri.

 Prove pratiche in aula

Lex Iuris ha sempre riconosciuto l’importanza e il valore fondamentale delle esercitazioni pratiche in aula: solo attraverso un costante e continuo esercizio si può raggiungere la necessaria dimestichezza nella scrittura giuridica.

Nel corso dei 18 mesi i partecipanti dovranno affrontare 36 prove pratiche in aula. Ogni compito sarà corretto individualmente e consegnato al corsista entro pochi giorni (il compito sarà caricato direttamente sul profilo personale nella piattaforma di e-learning) insieme ad una scheda di valutazione. Verranno inoltre fornite ulteriori tracce da svolgere a casa. Scuola Forense

Per ciascuna prova il corsista avrà a disposizione 5 ore, a decorrere dalla dettatura della traccia, per la redazione del parere/atto giudiziario. Al termine seguirà una spiegazione finale approfondita del docente, al fine di comprendere: (i) Come andava svolto l’elaborato; (ii) Le principali questioni problematiche inerenti la traccia affrontata; (iii) Gli istituti di carattere sostanziale e processuale coinvolti; (iv) Le possibili varianti della traccia.

scuola forense

Gli incontri avranno la durata di circa 6 ore (5 ore di prova e 1 ora di spiegazione finale) – per un totale di 216 ore d’aula – e si svolgeranno il sabato mattina dalle ore 9 alle 15.

Preparazione Teorica

Modulo di Diritto Civile

Il Modulo di Diritto Civile è strutturato in modo funzionale all’esame e tale da permettere al partecipante, non solo di riprendere in breve tempo le basi istituzionali delle materie, ma anche di sedimentare e memorizzare gli argomenti trattati durante le lezioni. Per raggiungere tale obiettivo e per facilitare l’apprendimento dei corsisti ogni incontro è incentrato sulla ricostruzione dei vari collegamenti fra gli istituti fondamentali delle materie trattate, il tutto con un taglio giurisprudenziale e con un’impronta già attenta alla fase redazionale.

Il modulo si ripartisce in 9 incontri, ognuno dei quali ha la durata di 4 ore, per un totale di 35 ore di lezione.

ARGOMENTI DELLE LEZIONI

Nozioni generali di Diritto Civile

Obbligazioni in generale

Il Contratto – parte I

Il Contratto – parte II

I Singoli Contratti

Il Fatto Illecito

Successioni e Donazioni

Diritto di Famiglia

Diritti Reali e Condominio

 

DOCENTI DEL CORSO

Prof. Avv. Alessandro D’Adda Avvocato in Milano. Professore Ordinario di Diritto Privato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Curriculum Vitae

Prof. Avv. Arturo Maniaci Avvocato in Milano. Professore aggregato di Diritto privato presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Curriculum Vitae

Dott. Alberto BuldiniNotaio in Bologna. Dottore di ricerca in Diritto Privato presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi Bologna.
Curriculum Vitae

Avv. Riccardo MazzariolAvvocato in Treviso, Ricercatore di diritto privato (RTD lett. b) presso il Dipartimento di Diritto privato e Critica del diritto dell’Università degli Studi di Padova.
Curriculum Vitae

Modulo di Diritto Penale

Il Modulo di Diritto Penale è strutturato in modo funzionale all’esame e tale da permettere al partecipante, non solo di riprendere in breve tempo le basi istituzionali delle materie, ma anche di sedimentare e memorizzare gli argomenti trattati durante le lezioni. Per raggiungere tale obiettivo e per facilitare l’apprendimento dei corsisti ogni incontro è incentrato sulla ricostruzione dei vari collegamenti fra gli istituti fondamentali delle materie trattate, il tutto con un taglio giurisprudenziale e con un’impronta già attenta alla fase redazionale.

Il modulo si ripartisce in 7 incontri, ognuno dei quali ha la durata di 3 ore, per un totale di 21 ore di lezione.

ARGOMENTI DELLE LEZIONI

Fonti e principi del diritto penale

Concorso di reati e concorso apparente di norme

Reati contro la persona e parte generale

Reati contro il patrimonio e parte generale

Reati contro l’ordine pubblico e parte generale

Reati contro la P.A. e parte generale

Reati contro l’amministrazione della giustizia

DOCENTI DEL CORSO

Prof. Avv. Alessandro Gamberini Avvocato in Bologna e in Roma. Docente di diritto penale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Bologna.
Curriculum Vitae

Avv. Simone Faiella Avvocato in Roma. Docente presso la Camera Penale di Roma. Dottore di ricerca presso l’Università degli Studi di Perugia.
Curriculum Vitae

Modulo Atti Giudiziari

Il Modulo Atti Giudiziari è stato ideato allo scopo di ampliare e consolidare le conoscenze di ogni partecipante in materia processuale – civile, penale e amministrativo – e per fornire ai futuri candidati, nel giorno della terza prova, la possibilità effettiva di scegliere l’atto giudiziario da svolgere fra le tracce di civile penale e amministrativo. Scuola forense

Il modulo si ripartisce in 8 incontri, ognuno dei quali ha la durata di 3 ore, per un totale di 24 ore di lezione. Le lezioni analizzano nel dettaglio le diverse tipologie strutturali degli atti giudiziari, in modo tale da permettere al partecipante di acquisire il metodo più efficace con cui procedere nella redazione dell’atto. L’intero modulo è strutturato al fine di trasporre il diritto processuale sul versante delle tecniche redazionali, le quali saranno ulteriormente affinate nell’ambito delle prove pratiche del percorso prescelto.

ARGOMENTI DELLE LEZIONI

Atto introduttivo del giudizio civile

Atto introduttivo del giudizio penale

Atto introduttivo del giudizio penale

Ulteriori atti introduttivi giudizio civile

Comparsa di risposta

Altri atti di diritto penale

Atti di natura cautelare

Atto di appello di diritto civile

DOCENTI DEL CORSO

Prof. Avv. Paolo BiavatiProfessore ordinario di Diritto Processuale Civile presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Bologna. Avvocato in Bologna.

Curriculum Vitae

Prof. Avv. Carlo Rasia Professore associato di Diritto Processuale Civile presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Bologna. Avvocato in Bologna.

Curriculum Vitae

Prof.ssa ElenaValentini Professore associato di Procedura Penale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Bologna.

Curriculum Vitae

Materiali selezionati

MANUALE LEX IURIS

Agli iscritti al corso sarà consegnato un esclusivo manuale e un block notes innovativo, che illustrano nel dettaglio il metodo Lex Iuris. Il manuale ha la funzione di accompagnare gradualmente il corsista nella redazione dei pareri e degli atti giudiziari. Il block notes ha la funzione di rendere agevole e facilmente consultabile il metodo redazionale in sede di prove pratiche attraverso punti chiave ed esempi pratici.

MATERIALI DIDATTICI SELEZIONATI

In aggiunta ai casi trattati durante le prove pratiche e le lezioni frontali del l’Accademia fornisce ai propri iscritti tutto il materiale necessario per approfondire i più rilevanti casi giurisprudenziali e i temi più discussi in dottrina. A tal riguardo, gli iscritti riceveranno delle esclusive dispense sugli argomenti trattati duranti gli incontri, sulle questioni più attuali in ambito dottrinale e giurisprudenziale.
 All’interno della piattaforma e-learning, inoltre, in uno spazio riservato ai soli iscritti, saranno costantemente inserite non solo le tracce svolte in aula, ma anche le sentenze e contributi dottrinali inerenti le tematiche proposte.

Metodo Lex Iuris

Il metodo casistico adottato nella scuola forense consiste nella trattazione congiunta di un caso tra il docente e i discenti. Questa impostazione non si limita al trasferimento di conoscenze concettuali e istituzionali: la natura interattiva del metodo, infatti, presuppone il coinvolgimento agonistico dell’uditorio nella discussione della questione controversa, realizzando il trasferimento di un sapere partecipato.

Ogni lezione avrà l’ulteriore fine di sviluppare nel praticante:

  • la metodologia dell’argomentazione e della persuasione, con peculiare riferimento alla scrittura giuridica;
  • l’orientamento rimediale, processuale o stragiudiziale, che conduce alla soluzione più adatta alla difesa degli interessi del proprio assistito;
  • capacità dialettiche: le soluzioni argomentative proposte durante le lezioni devono essere esposte in forma critica ed indicare le ragioni giuridiche della tesi sostenuta dalla parte interessata ma anche quelle dell’antitesi sostenuta dalla controparte;

PROVE PRATICHE IN AULA– SCUOLA FORENSE

Il Comitato Scientifico della Scuola non crede nell’efficacia delle esercitazioni eseguite individualmente a casa: queste ultime essendo, di regola, ultimate in tempi troppo estesi e spesso con l’ausilio di materiale non consentito in sede d’esame, non presentano la stessa efficacia formativa di quelle compiute in aula. La prova in aula, inoltre, consente fin da subito di immergersi nella dimensione caratteristica dell’esame, di modo che il candidato arrivi il giorno della prova con una maggiore consapevolezza e fiducia in sè stesso.

LEZIONI DETTAGLIATE DOPO OGNI PROVA– CORSO ESAME AVVOCATO 2020

Al termine di ogni prova pratica il docente non solo fornirà una spiegazione approfondita, sul piano teorico e metodologico – circa il corretto svolgimento dell’elaborato del giorno – ma evidenzierà le possibili varianti della traccia.

CORREZIONI APPROFONDITE E PUNTUALI

La precisione nelle correzioni, l’indicazione dettagliata di come procedere nella redazione dell’elaborato e la comprensione degli errori compiuti sono profili particolarmente sensibili per la crescita dei discenti, tali da fare la differenza ai fini del raggiungimento dell’obiettivo. La nostra Scuola, finanche sotto questo profilo, ha raggiunto l’eccellenza, facendo tesoro dell’esperienza diretta del corpo docenti – in quanto, molti di loro, in passato, hanno partecipato all’esame d’Avvocato in qualità di commissari esaminatori.

Gli elaborati svolti in aula saranno corretti individualmente e consegnati al corsista entro pochi giorni (il compito sarà caricato direttamente sul profilo personale nella piattaforma di e-learning) insieme ad una scheda di valutazione, predisposta dal Comitato Scientifico di Lex Iuris; in seguito, gli elaborati coretti saranno affidati al tutor personale, il quale potrà valutare con maggiore facilità l’evoluzione del corsista ed individuare le difficoltà riscontrate attraverso colloqui individuali.

Tramite l’esclusiva piattaforma e-learning di Lex Iuris, inoltre, ogni corsista potrà visualizzare i propri elaborati corretti nel suo profilo personale, per tutta la durata del percorso.

PREPARAZIONE TEORICA SCUOLA FORENSE

È fondamentale una preparazione non focalizzata unicamente alla risoluzione del singolo caso poiché, in sede di esame, gli stessi argomenti affrontati durante il corso potrebbero essere affrontati da una diversa prospettiva: in questo senso, la Scuola ha sempre puntato sulla strutturazione di percorsi realmente formativi, capaci di sviluppare il ragionamento giuridico dei discenti e di consegnare loro un metodo per la risoluzione di qualunque problematica giuridica.

TUTOR PERSONALE-SCUOLA FORENSE

Attraverso un esclusivo programma, la Scuola monitorerà l’andamento e la situazione particolare di ogni frequentante. A tal fine, ogni corsista sarà seguito da un tutor personale, il quale potrà valutare, di volta in volta, attraverso incontri cadenzati durante il calendario del corso, le difficoltà incontrate nella redazione dei pareri/atti giuridici, nell’assimilazione del metodo redazionale ed eventuali errori ripetuti e/o lacune specifiche da affrontare con una preparazione mirata.

VERIFICHE INTERMEDIE E FINALI – SCUOLA FORENSE

Ai sensi dell’art. 8 del d.m. 17/2018, al termine di ciascuno dei primi due semestri sono previste verifiche intermedie del profitto degli iscritti; al termine del corso è, altresì, prevista una verifica finale.

La frequenza obbligatoria ai corsi di formazione organizzati dalla Scuola forense impone che sia condotta, periodicamente e all’esito dei corsi medesimi, una verifica in ordine alla proficua partecipazione dei discenti ed al profitto degli stessi, anche al fine di monitorare costantemente l’efficacia dell’attività formativa svolta.

Alle verifiche sono ammessi unicamente coloro che abbiano frequentato almeno l’80% delle lezioni di ogni singolo semestre; l’ammissione alla verifica finale è consentita solo a coloro che hanno superato due verifiche intermedie.

Le verifiche consistono in un test a risposta multipla su argomenti relativi agli insegnamenti svolti nel periodo oggetto di verifica. Più precisamente, in relazione a ogni singola domanda sono proposte quattro possibili risposte: le quattro risposte, contraddistinte da lettere, sono formulate in modo tale che una sola di esse sia esatta e univocamente riconoscibile come tale, e le tre altre, comunque errate, si distinguano per differenti livelli di inesattezza.

La Commissione di valutazione interna è nominata dagli organi dei rispettivi soggetti organizzatori dei corsi di formazione, a norma dell’art. 9, co. 5 del d.m. 17/2018.

I soggetti designati sono scelti fra avvocati, magistrati e docenti universitari in materie giuridiche.

Il numero dei componenti della Commissione di valutazione interna è determinato dalla Scuola forense tenuto conto del numero degli iscritti al momento della nomina, al fine di consentire un sollecito ed efficiente svolgimento delle procedure di verifica e della correzione dei test.

Il mancato superamento di una verifica comporta la necessaria frequenza di un altro ciclo semestrale di formazione e della relativa verifica al successivo appello.

Il mancato superamento della verifica finale impedisce, altresì, il rilascio del certificato di compiuto tirocinio di cui all’art. 45 della legge professionale.

TECNICHE DI ARGOMENTAZIONE E PERSUASIONE

Ogni candidato non può esimersi dall’adoperare uno o più argomenti in grado di persuadere l’interlocutore, e la probabilità di convincerlo discende proprio dal tipo di argomenti che l’esaminando sarà in grado di fornire e dalla compattezza del suo ragionamento. La capacità di argomentare e persuadere non è innata, ma frutto di un percorso di apprendimento e di costante affinamento. All’interno del Corso Esame Avvocato 2019 saranno curati con particolare attenzione questi profili, con incontri e materiali di approfondimento.

Numero chiuso

Al fine di fornire un effettivo percorso personalizzato e mantenere un’alta qualità di correzione e valutazione, l’accesso alla scuola forense è consentito ad un numero chiuso di partecipanti.
 Le iscrizioni sono accettate fino a quando il numero degli iscritti, rapportato alla struttura in cui si tiene il corso ed al numero dei docenti impiegati nella specifica sede, garantisca la possibilità di svolgere un servizio efficace, personalizzato e di alta qualità.


Il criterio di preferenza sarà quello della priorità di iscrizione. 


Prezzi e Iscrizioni

SCUOLA FORENSE

Prezzo in un’unica soluzione:

Euro 1.990,00 (i.e.)

Euro 1.790,00 (i.e.)

ISCRIZIONI APERTE DAL 30/10

Possibili pagamenti rateali:

Prezzo ordinario in 4 rate al prezzo di Euro 1.890 (i.e.)

4 rate da Euro 472,50 (i.e.)

Prezzo ordinario in 10 rate  – Euro 2.090 (i.e.)

Anticipo di Euro 300 (i.e.)
Euro 179 al mese (i.e.)

– 10 % di Sconto per iscrizioni di gruppo (min. 3 persone) –